QN Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione del 31 dicembre 2016 – Il mattone resta un bene da tenersi… ben stretto – di Achille Colombo Clerici

gennaio 5, 2017

Il mattone, bene da investimento?

La domanda alla quale rispondere non è se convenga comperare la propria abitazione o andare in affitto. Qui non si tratta di investimento, ma di uso diretto per soddisfare un bisogno primario. La domanda è: conviene alle famiglie, rispetto ad altre forme di investimento economico, quello negli immobili da mettere a reddito?

L’ immobiliare è l’unico settore in cui i beni hanno una dimensione reale, tangibile e correlata alla ricchezza posseduta dai cittadini. Quella finanziaria è viceversa una ricchezza ” virtuale”, di dimensioni stratosferiche – definita spiritosamente in “gazillions” – quantificabile in quasi tre volte il valore immobiliare mondiale.  Con tutti i rischi del caso.

La ricchezza immobiliare reale è gestibile ancora direttamente a livello familiare, a differenza di altre forme di investimento.

Oro, preziosi, opere d’arte, materie prime e attività, titoli di stato e denaro in conti corrente, presentano pregi e difetti che conosciamo.

Il mattone all’estero? L’immobile è un bene che va tenuto costantemente sotto controllo (manutenzione, danni, responsabilità civile).  E’ già difficile gestirlo quando l’abbiamo sotto mano, figuriamoci se lo possediamo lontano ed in terra straniera.

L’ immobiliare in Italia?  E’ vero che il mercato oggi non c’è, ma non crediamo che sia finito. Volgarizzando la dizione borsistica: il mercato è “sospeso” per eccesso di caos.
Dalla fine del 2011 all’inizio del 2014 i nostri governanti hanno fatto di tutto per dare l’impressione di un attacco alla proprietà immobiliare; magari senza nemmeno volerlo…

Vanno dunque eliminate le distorsioni – ad esempio l’esenzione Imu prima casa va legata al concetto di assistenza non a quello di gratificazione – come anche l’eccessivo carico fiscale.
E va superata l’attuale atmosfera di continua “attenzione” fiscale agli immobili a reddito.

Nella prospettiva storica il mattone sarà sempre un bene da investimento, anzi diventerà il principale bene da investimento; perché in un mondo che demograficamente e operativamente cresce ad una velocità impressionante, sarà sempre ricercato in quanto direttamente funzionale a soddisfare dei bisogni.

Perciò chi possiede gli immobili se li tenga ben stretti.

foto-presidente-190

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...